Malagò a Mesagne: "Stanziati 100 milioni per lo sport nel Mezzogiorno"

Giovanni Malag

Questi ha dispensato battute e sorrisi, mostrando grande disponibilità sia nei confronti dei giornalisti che delle tante persone che hanno seguito l'evento.

Malagò, Cairo ha ragione, bene se calcio fa da solo - "I primi della classe?" Si tratta della seconda trance di un finanziamento che per il 75 per cento è confluito verso strutture e impianti che si trovano nel Mezzogiorno. "Alle Olimpiadi non ci sono stati risultati strepitosi".

"Secondo me c'e' da ripensare tutto e da rifondare tutto lo sport italiano e anche il calcio". Il calcio - ha proseguito Malagò - è quello che coinvolge tutti, soprattutto a livello mediatico. "Non lo so, non lo posso sapere, stanno in riunione in Lega". Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, a Mesagne dove insieme al campione olimpico di taekwondo Carlo Molfetta, ha visitato la palestra AS Marzial e l'Istituto tecnico Epifanio Ferdinando per incontrare Vito Dell'Aquila, neo campione europeo junior di taekwondo nella categoria -55 kg. "Sono onorato che Cairo dica così" commenta un po' sarcasticamente all'Ansa il numero uno del Coni. Noi abbiamo fatto una valutazione onesta, coraggiosa, penso anche sacrosanta. "E' giusto rispettare le questioni democratiche". "Motivo per cui la ferita è più importante".

Correlati:

Commenti


Altre notizie