Angela Lansbury sulle molestie: la Signora in Giallo interviene nel dibattito

Angela Lansbury

"Ci sono due lati su una medaglia", ha continuato la Lansbury ospite di un programma radiofonico, "e dobbiamo farci carico del fatto che le donne, da tempo immemore, si sono impegnate per essere attraenti". Contro la 'Signora in giallo' si è subito scagliata l'Associazione a difesa delle donne violentate, la Rape Crisis England & Wales, che ha immediatamente diramato un comunicato ufficiale: 'Ovviamente è una leggenda metropolitana quella secondo cui lo stupro, le molestie o qualsiasi altra forma di violenza perpetrata nei confronti delle donne sia stata provocata o causata dalle donne stesse.' In seguito a questo comunicato ufficiale Angela Lansbury si è trovata nella posizione di dover parzialmente rettificare quanto detto in precedenza per non creare altro 'scandalo'.

Dobbiamo prenderci la colpa a volte. "Lo penso davvero. Anche se è terribile dirlo, non possiamo renderci il più attraente possibile senza essere aggredite e violentate". No, non dovevano. Non c'è alcuna scusa per tutto questo.

Angela Lansbury, l'amata interprete della serie La signora in giallo, è attualmente al centro di un'aspra polemica a causa di alcune dichiarazioni rilasciate durante un'intervista pubblicata dal quotidiano The Telegraph. E credo che ora si porrà fine a certi comportamenti, si deve farlo. "In questo momento sono convinta che molti uomini sono parecchio preoccupati di quello che sta succedendo". L'attrice ci tiene però a precisare un punto: "Le donne dovrebbero essere preparate a subire molestie o violenze?" L'attrice novantaduenne tornerà sul grande schermo per la nuova versione di Piccole Donne (ecco la prima foto) e per il nuovo film di Mary Poppins insieme a Emily Blunt nel 2018.

Correlati:

Commenti


Altre notizie