"Cinesi sempre puntuali negli impegni" — Berlusconi su Twitter

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi è stato intervistato da Radio 105. Come se non bastasse, il padre e fratello del proprietario del Milan, sarebbero finiti in prigione negli scorsi anni. "Le dimissioni di Tavecchio e Ventura erano scelte inevitabili". Per il calcio italiano non c'è una ricetta magica.

L'ex presidente del Milan ha anche voluto indicare a suo modo la strada per la ripartenza dei club italiani sul panorama europeo: "È un errore prendersela con gli stranieri". Pero' bisogna utilizzarli per fare crescere i calciatori italiani. Ha fatto poi un riferimento al Milan per quanto concerne la composizione della squadra: "Nel mio Milan campioni stranieri come Gullit e Van Basten, Rijkaard, Shevchenko, Kakà, Ibrahimovic, erano sempre affiancati da campioni italiani di assoluto valore: basti ricordare Baresi, Costacurta, Tassotti, Maldini, Inzaghi, Gattuso e tanti altri nazionali italiani". E sul momento del nostro calcio: "L'Italia non può permettersi di rimanere a lungo ai margini del grande calcio".

Sulla mancata qualificazione dell'Italia ai Mondiali di Russia: "I tifosi italiani meritano di vedere al più presto la nostra nazionale tornare ai massimi livelli". Lo dico da tifoso, ma anche da imprenditore e politico. "Il calcio e' uno sport seguito da miliardi di tifosi nel mondo ed e' un grave danno d'immagine anche dal punto di vista del turismo, della moda, dei prodotti italiani in genere".

Correlati:

Commenti


Altre notizie