Avvelenamento da tallio: in ospedale altri due parenti dei Del Zotto

Avvelenamenti da tallio due nuovi casi in Brianza legati a famiglia Del Zotto

Una coppia ottantenni, lui 83 anni, lei 81, sono ricoverati all'ospedale di Desio per intossicazione da tallio. Ci vorrà quindi ancora del tempo per mettere la parola fine a questa storia.

Il tallio nella zona ha già causato tre vittime: Giovanni Battista Del Zotto, la moglie Maria Gioia Pittana e la figlia Patrizia.

Gli specialisti che stanno supportando le indagini hanno dato delle indicazioni più circostanziate sulla tempistica: per la quantità di tallio presente nell'organismo dei familiari, quelli purtroppo deceduti e quelli ancora in ospedale, l'assunzione sarebbe da far risalire a una, massimo due settimane prima dei sintomi. I sei erano rimasti avvelenati dopo una vacanza nel cascinale di famiglia a Varno, in provincia di Udine.

Altre due persone - parenti della famiglia Del Zotto - sono state ricoverate all'ospedale di Desio. La Procura di Monza, insieme ai colleghi del Friuli, indaga per omicidio colposo e lesioni contro ignoti.

Correlati:

Commenti


Altre notizie