Zimbabwe: monito capo esercito a Mugabe

Grace Mugabe a Harare Zimbabwe 5 novembre 2017

Testimoni riferiscono che "personale militare pesantemente armato ha circondato" la sede della "tv statale Zbc" come scrive il sito del quotidiano britannico Independent citando media locali. Il licenziamento del vicepresidente era nell'aria dopo che l'ala giovanile del partito Zanu-Pf ha chiesto al presidente Robert Mugbabe di licenziare Mnangagwa per sostituirlo con la first lady Grace Mugabe, considerata la principale favorita insieme allo stesso Mnangagwa a succedere a suo marito alla futura presidenza del partito. Ma se dovesse arrivare alla scadenza del suo prossimo mandato, spegnerebbe 99 candeline. Immagini diffuse sui social, voci e tensioni politiche alle stelle fanno pensare che in queste ore si stia sviluppando la stretta finale alla presidenza di Robert Mugabe, sul "trono" da 37 anni. La sua ascesa politica la ha portata in conflitto con i veterani di guerra dell'era dell'indipendenza, che una volta godevano di un ruolo privilegiato nel partito di Mugabe, ma che negli ultimi anni sono stati allontanati dai ruoli di governo.

In precedenza lo stesso Mutsvangwa aveva affermato che dietro la rimozione di Mnangagwa c'è la regia della first lady Grace Mugabe. I suoi frequenti e dispendiosi viaggi all'estero le hanno fatto guadagnare una pletora di soprannomi ("First shopper", "Gucci Grace" o "DisGrace") e un notevole astio da parte dell'opinione pubblica del paese.

In Zimbabwe sono cominciate le grandi manovre per la successione al 94enne presidente Robert Mugabe. Il 6 novembre scorso Mnangagwa è stato accusato di "atteggiamenti sleali", è stato licenziato e si è rifugiato all'estero. "Si tratta di proteggere la nostra rivoluzione, i militari non esiteranno ad intervenire", ha detto Chiwenga lunedì.

Il blitz militare potrebbe dunque essere letto come un tentativo di golpe per rovesciare Mugabe. Oggi sembra essere arrivata la conferma.

Correlati:

Commenti


Altre notizie