Telefono e pay tv, stop alle bollette ogni 28 giorni

Fatture a 28 giorni solo per gas e luce: per telefonia e tv bollette mensili per decreto

E proprio tra le pieghe del testo si dovrebbe trovare la soluzione che portarà allo stop alle bollette a 28 giorni, almeno per la fornitura di servizi di telecomunicazione. La norma riguarderà "imprese telefoniche, tv e servizi di comunicazione elettronica" con l'esclusione di promozioni non rinnovabili o inferiori al mese.

La buona notizia per i consumatori arriva da un emendamento presentato da Silvio Lai, relatore al decreto fiscale, come spiega lo stesso relatore (nella foto in basso), confermando che sono escluse ad esempio gas e luce perché "i costi sono vincolati ai consumi". Lai ha aggiunto che "Era importante che si ponesse fine a una vicenda che sta molto a cuore ai cittadini". Gli operatori avranno 120 giorni per adeguarsi e dovranno garantire informazioni chiare e trasparenti sulle offerte. Per quanto riguarda internet, i provider dovranno anche precisare se la fibra ottica arriva fino al domicilio dell'utente o solo fino alla centralina. Gli operatori del settore, nel caso di variazioni illegittime, saranno costretti a garantire un romborso di 50 euro, maggiorato di 1 euro al giorno oltre la scadenza indicata dall'Agcom per cessare la condotta indebita. A fronte di multe di ordine di grandezza inferiore - ora raddoppiate da 240mila euro a 5 milioni - il cambiamento unilaterale ha comportato di fatto un aumento delle tariffe dell'8,3%.

Correlati:

Commenti


Altre notizie