Pil Italia: +0,5% nel terzo trimestre 2017 (dato preliminare)

20171114_102050_2FDD62C9

Non solo, il dato tendenziale, pari al +1,8%, risulta il più alto dal secondo trimestre del 2011, ovvero da oltre sei anni. Lo rileva l'Istat, sottolineando che il valore assoluto di 400,547 miliardi di euro e' al top dal quarto trimestre del 2011. Siamo però ancora sotto i picchi pre-crisi, raggiunti nel 2008, di circa il 5,9%. La crescita di beni e servizi prodotti in Italia nel 2017, secondo le previsioni preliminari comunicate oggi dall'Istat, si attesta quindi a +1,8%, superiore alle previsioni dello stesso governo (che si attestavano a un +1,5% sul 2016, in linea con quanto previsto non pochi giorni fa anche dalla Banca d'Italia). La nostra crescita è uguale a quella della Francia e superiore a quella della Gran Bretagna (che si è fermata allo 0,3%), ma inferiore a quella della Germania e degli Stati Uniti. In termini tendenziali, spiega l'Istituto di statistica, si è registrato un aumento del 2,3% negli Usa, del 2,2% in Francia e dell'1,5% nel Regno Unito.

Italia: il Pil del 3° trimestre 2017 è aumentato sorprendendo gli analisti, come si può osservare sul nostro Calendario Economico. Nella precedente rilevazione il Pil era salito dell'1,5%. Sempre su base annua, il Paese dell'Eurozona che cresce di più è la Lettonia (6,2%), seguito da Cipro (3,9%), mentre Belgio (1,7%) e Italia (1,8%) quelli che crescono meno.

Correlati:

Commenti


Altre notizie