Italia-Svezia, le formazioni ufficiali: Gabbiadini e il "ripescato" Jorginho dall'inizio

La moviola di Italia-Svezia disastroso Lahoz mancano due rigori per parte

L'ultima e unica presenza dal 1' minuto in azzurro risale al 3 settembre 2015 contro Malta. Passano gli scandinavi, che difendono il golletto dell'andata in massa e con generosità, strappando uno 0-0 che gela i 70mila di San Siro. Nella ripresa il forcing della squadra di Ventura aumenta e vanno ad un passo dal vantaggio con Florenzi (prima conclusione di poco fuori e secondo tiro-cross deviato sulla traversa ndr) ed El Shaarawy (miracolo del portiere avversario ndr) ma il risultato non cambia. Una mossa a sorpresa, solo il tempo dirà se la scelta di Ventura sarà vincente.

Italia (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva (76′ Bernardeschi), Florenzi, Jorginho, Parolo, Darmian (63′ El Shaarawy); Gabbiadini (64′ Belotti), Immobile. A disp. Donnarumma, Perin, Rugani, Gagliardini, Insigne, Astori, De Rossi, Eder, Zappacosta. All.

Svezia (4-4-2): R. Olsen; Lustig, Lindelof, Granqvist, Augustinsson; S. Larsson, Berg, Forsberg, J. Johansson; Claesson, Toivonen. Allenatore: Andersson. A disposizione: Johnsson, Nordfeldt, Olsson, Jansson, Guidetti, Helander, Svensson, Krafth, Durmaz, Rohden, Thelin, Sema.

Correlati:

Commenti


Altre notizie