Fabrizio La Gaipa: il candidato M5S in Sicilia arrestato per estorsione

Così La Gaipa si descrive nel curriculum vitae della piattaforma M5s: "Sono un imprenditore turistico di seconda generazione, con un passato da giornalista e scrittore". L'imprenditore alberghiero, titolare del Costa Azzurra Museum sul litorale agrigentino di San Leone, era l'unico candidato del capoluogo nel collegio di Agrigento per le elezioni regionali ed era giunto terzo con 4357 voti, risultando il primo dei non eletti.

La Squadra mobile di Agrigento ha arrestato Fabrizio La Gaipa, imprenditore di 42 anni. Il 5 novembre La Gaipa, con oltre quattromila voti, è arrivato primo dei non eletti subito dopo Matteo Mangiacavallo (14 mila voti) e Giovanni Di Caro (5.900 voti). Secondo gli investigatori, a non convincere sarebbe la regolarità dei contratti di lavoro e la rispondenza fra gli emolumenti dichiarati e quelli effettivamente versati ai lavoratori. La Gaipa, proprietario e gestore di un albergo ad Agrigento, è accusato di estorsione da alcuni suoi dipendenti e le accuse avrebbero trovato riscontro nelle indagini.

A raccontare la vicenda per prima è stata La Sicilia che ha parlato di una inchiesta della Procura di Agrigento - condotta dal sostituto Carlo Cinque, coordinato dal procuratore Luigi Patronaggio - che sarebbe giunta a una svolta. L'accusa è di estorsione: avrebbe costretto i dipendenti a firmare false buste paga, dando loro meno di quanto previsto dal contratto.

Correlati:

Commenti


Altre notizie