Ragazza diabetica lasciata fuori dalla discoteca per dello zucchero

La discoteca Old Fashion di Milano

A denunciare il fatto una ragazza che, sul sito portalediabete.org, si firma M.F. Le sarebbe stato negato l'accesso alla discoteca Old Fashion di Milano, perché aveva con sé tre bustine di zucchero e un succo di frutta in quanto diabetica, ma nel locale era vietato introdurre cibi.

"Non mi hanno fatto entrare in discoteca e mi hanno detto di stare a casa perché, in quanto diabetica, avevo con me in borsa tre bustine di zucchero e un succo di frutta".

"Voglio che si sappia quello che mi è accaduto ieri sera - scrive la ragazza nel suo post - perchè mi rendo conto sempre di più in che Paese viviamo".

Il buttafuori ha reso noto che la ragazza non poteva portare con sé beni alimentari all'interno del locale. Io ho ribadito che sono diabetica spiegando tutto e per quale motivo avessi con me lo zucchero, ribadendo che in quei casi bisogna essere tempestivi e lui continuava a dire che potevo portare solo con me "la medicina" perchè lo zucchero non serve.

La ragazza, che si è sentita umiliata di fronte alle amiche, ha mostrato un certificato medico che attesta lo stato della sua salute, ma anche in questo caso non ha avuto un riscontro positivo.

"Mi ha detto di starmene a casa" - ha concluso la ragazza. "Ancora una volta sono stata respinta con la risposta "tu stai a casa" alla mia domanda "allora in questi casi che dovrei fare io?". Trovo che l'ignoranza sia ingiustificata e più di tutto la presunzione di fronte a qualcosa che non conosci. "L'operatore ha detto alla ragazza che non poteva entrare con quel liquido nella borsa e neppure con le bustine di zucchero e che dentro avrebbe trovato tutto quello che gli serviva". La ragazza afferma di avere mostrato un certificato, ma dalle nostre registrazioni di video sorveglianza questo non si VEDE MAI ACCADERE, e, infine, che tutto queste attenzioni erano basate ESCLUSIVAMENTE sulle affermazioni della ragazza senza che questa ABBIA MAI mostrato il famoso certificato medico che asserisce di aver mostrato.

Il professor Lorenzo Piemonti, direttore dell'Istituto di Ricerca sul Diabete dell'IRCCS Ospedale San Raffaele, ha voluto scrivere una lettera al gestore dell'Old Fashion tramite la sua pagina Facebook: "Non credo che quanto successo sia la conseguenza di una volontà malvagia o vessatoria nei confronti di qualcuno". Le persone colpite da questa malattia in ogni istante della loro vita devono regolare gli zuccheri nel sangue utilizzando due cose: l'insulina per abbassarli e lo zucchero per alzarli, a seconda della necessità (...). È questo il racconto della giovane donna malata di diabete di tipo 1 che ha attaccato pesantemente la discoteca Old Fashion di Milano. "Ma semplicemente la conseguenza di ignoranza".

Correlati:

Commenti


Altre notizie