Interpump, in nove mesi salgono vendite, margini e utile

Jean Todt in visita alla Brembo

L'Ebitda ordinario si è attestato a 11.306 milioni di euro (11.896 milioni di euro nei primi nove mesi del 2016, -5,0 per cento) al netto delle partite straordinarie relative ad operazioni di cessione: al netto delle partite non ricorrenti, l'Ebitda ordinario diminuisce del 2,6 per cento su base comparabile.

Nel periodo - si legge in una nota dell'azienda reggiana guidata da Fulvio Montipò - le vendite nette sono state pari a 818,7 milioni di euro, superiori del 18,1% rispetto al 2016 quando erano state pari a 693 milioni di euro mentre il margine operativo lordo è stato pari a 191,9 milioni di euro in progresso del 26,6% rispetto ai 151,6 milioni di euro dell'anno precedente.

I dati sono stati accolti con un vertiginoso giro di scambi (oltre 100 milioni), un tonfo del 7,9% con il titolo passato in asta di volatilità e un successivo recupero. Pochi minuti dopo, nuova disce a +0,6%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.

"Alla luce dell'andamento dei mercati nei primi nove mesi, è ragionevole stimare per l'esercizio 2017 - rispetto al 2016 pro-forma - ricavi in lieve contrazione, Ebitda adjusted in crescita "high-single digit", con un conseguente miglioramento della redditività percentuale, e un significativo incremento dell'utile netto, pari a circa il 30%".

Significativa la crescita dell'EBITDA del gruppo che segna un +43% rispetto ai 21,3 milioni di euro dei primi nove mesi del 2016, raggiungendo quota 30,4 milioni di euro. Anche nel terzo trimestre 2017, nonostante il citato impatto della nuova regolamentazione roaming in ambito EU, si conferma il trend di crescita con una serie storica di performance stabilmente positiva (+1,6% nel terzo trimestre, +2,5% nel secondo trimestre e +2,2% nel primo trimestre).

Correlati:

Commenti


Altre notizie