Auto, l'UE propone taglio emissioni entro il 2030

Pacchetto Clean Mobility emissioni auto

I recenti programmi di riduzione dell'inquinamento da autotrazione comunicati da alcune città europee (Oslo, Oxford, Parigi) hanno fatto scuola. Per l'Acea, infatti, se da un lato è "coerente" la scelta dell'orizzonte temporale del 2030, in linea con gli impegni sul clima, dall'altro l'introduzione di un target intermedio di riduzione del 15% entro il 2025 "non lascia abbastanza tempo per fare i necessari cambiamenti tecnici e di design ai veicoli". A proporlo è la Commissione europea nel Pacchetto Mobilità. Ma andiamo con ordine.

(Teleborsa) - Stretta di Bruxelles sulle emissioni di veicoli: la Commissione europea ha proposto ai produttori di auto UE di ridurre del 30% le emissioni di CO2 rispetto ai livelli del 2021, entro il 2030. "Tanto per le autovetture quanto per i veicoli leggeri nuovi, nel 2030 le emissioni medie di CO2 dovranno essere inferiori del 30% rispetto al 2021". "Troppo onerosa" e "al di là del livello di ambizione" della politica climatica Ue. I rappresentanti VDA (Verband Der Automobilindustrie), Associazione federale dell'Industria automobilistica tedesca, temono che la proposta, una volta attuata, potrebbe rischiare di mettere i Costruttori europei in una situazione di svantaggio su un piano globale. Viene poi lanciata una Iniziativa autonoma sulle batterie per le auto elettriche, con a disposizione ulteriori 200 milioni di euro per il periodo 2018-2020.

Correlati:

Commenti


Altre notizie