Sequestrati beni per 2 milioni a latitante in odore di camorra

Camorra sequestro da due milioni ai danni di un latitante   
                       
                
         Oggi alle 08:22- ultimo aggiorname

La Direzione Investigativa Antimafia di Firenze ha sequestrato beni per un valore complessivo di 2 milioni di euro di un 62enne latitante pluripregiudicato del clan camorristico Birra-Iacomino, referente in Toscana, in particolare nella provincia di Prato. La decisione ì maturata dopo che l'esito delle indagini (condotte tra il 1996 e il 2012) sui redditi dichiarati dalle persone incriminate, non ha una corrispondenza rispetto al tenore di vita sostenuto.

Ascione è tuttora latitante, ricercato in virtù di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Firenze nel 2013 per i reati di tentata estorsione e usura in concorso, commessi dal 2008 al 2013 ai danni di commercianti pratesi. reati aggravati dal metodo mafioso. All'interno dell'ordinanza è stato scritto che tali reati sono stati aggravati dal metodo mafioso, con l'aggiunta di minacce. I beni sequestrati sono tre immobili a Prato, due terreni a Vaiano, due società con sede a Prato e Vaiano, intestatarie di altri due immobili in provincia di Prato e di Pistoia, un paio di auto e numerosi conti correnti.

Correlati:

Commenti


Altre notizie