Ricarica auto elettrica, ecco il piano Enel per l'Italia

ZD2 l’auto elettrica che si può guidare a 16 anni

Nella città toscana verranno installati 19 punti di ricarica con tecnologia Enel che serviranno sia il traffico urbano che extraurbano.

La mobilità elettrica è al centro della strategia di Enel che attraverso il progetto EVA+ vuole dotare il Paese di un'infrastruttura moderna e capillare. Durante lo stesso evento è stato mostrato in anteprima anche il prototipo della nuova colonnina di ricarica pubblica Enel che verrà installata a partire da aprile 2018; oltre ad un design inedito creato da Marco Susani, la nuova postazione dovrebbe garantire una più facile manutenzione e migliore scambio di informazioni con l'auto e la rete.

Le 2 colonnine di tipo fast charge sono installate nell'ambito del progetto EVA+, un'iniziativa promossa e supportata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e finanziata dall'UE nell'ambito del bando CEF "Connecting Europe Facilities" e da alcune principali case automobilistiche europee.

Al lancio di e-Mobility Revolution erano presenti l'ad Francesco Starace e Francesco Venturini, direttore globale e-Solutions di Enel, che hanno indicato in questo piano un volano per la diffusione dell'auto elettrica, un circolo virtuoso che coinvolgerà vari partner e autorità locali. Le 30 colonnine si trovano principalmente in aree adiacenti agli accessi autostradali per consentirne l'uso anche a coloro che utilizzano veicoli elettrici per spostamenti extraurbani con soste compatibili con il tempo di ricarica, in luoghi come ad esempio i centri commerciali.

Sono stati stanziati 20 milioni di euro per l'anno 2013 e 15 milioni per ciascuno degli anni 2014 e 2015 per lo sviluppo della rete nazionale di punti di ricarica (finanziamenti poi ridotti), ma finora non risultano investimenti. L'integrazione tra le stazioni di ricarica di Enel e la piattaforma EMM abilita i servizi di Smart Charging, per gestire al meglio la ricarica.

Ad oggi invece l'infrastruttura sviluppata da Enel conta circa 900 colonnine in tutto il territorio nazionale, ed è stata progettata per soddisfare le diverse esigenze di ricarica dei clienti. Infine, grazie alla recente acquisizione della società californiana eMotorWerks, annunciata a fine ottobre, Enel sarà in grado di offrire le soluzioni collegate alla tecnologia Vehicle-to-Grid (V2G), che in cambio della messa a disposizione delle batterie dei veicoli per la stabilizzazione della rete, garantiscono vantaggi economici per i clienti. Sarà quindi possibile raggiungere in auto elettrica Pisa da Firenze, facendo un pieno di energia a Lucca, e raggiungere la costa della Versilia, sviluppando così una mobilità elettrica turistica.

E a proposito di incentivi per i veicoli elettrici, Starace ha spiegato che "sono sempre a doppio taglio perché un'industria incentivata dopo un po' diventa drogata; credo che l'arma dell'incentivo sia un po' spuntata e l'industria automobilistica ha vissuto di incentivi abbastanza a lungo".

Correlati:

Commenti


Altre notizie