Lettera con proiettile al pm di Siena Natalini

Aldo Natalini

Anche l'Anm, oltre ad esprimere solidarietà, invita a non trascendere dalla "critica legittima all'aggressione personale", e rimarca "come il clima di odio e di delegittimazione", possa "alimentare una distorta percezione della funzione e dell'attività della magistratura". "Apprendiamo con grande preoccupazione" della minaccia a Natalini, afferma in una nota la Giunta dell'Anm, l'associazione nazionale magistrati. Così il Prefetto di Siena Armando Gradone in merito all'intercettazione di una lettera contenente un proiettile e diverse minacce all'indirizzo del Magistrato di Siena Aldo Natalini. In queste ore sono in corso gli accertamenti: la Scientifica sta provando a isolare eventuali impronte digitali sulla busta e sul proiettile, un calibro 9. Natalini è uno dei tre magistrati senesi che ha indagato sulla banca Mps e uno dei due titolari della prima inchiesta (archiviata) sulla morte di David Rossi, l'ex capo della comunicazione del Monte precipitato da una finestra del suo ufficio il 6 marzo 2013.

La lettera è stata scoperta al centro di smistamento delle poste di Sesto Fiorentino: la polizia la ha sequestrata, ma non è possibile sapere da dove provenga esattamente, anche se sicuramente è stata spedita dalla Toscana. Nel capoluogo ligure il 10 ottobre scorso era stata inviata dal procuratore Salvatore Vitello la registrazione di un servizio delle Iene, con un'intervista estorta all'ex sindaco della città del Palio Pierluigi Piccini sulla morte di Rossi.

Domani a Siena è stata convocata una riunione del Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica.

Luoghi significativi "Si tratta di un dispositivo di tutela a carattere permanente che comporterà anche la sorveglianza nei luoghi più significativi" ha risposto il Prefetto Gradone ai giornalisti che gli chiedevano se la misura di protezione fosse la scorta.

Correlati:

Commenti


Altre notizie