Gina Lollobrigida parla di molestie

Gina Lollobrigida parla di molestie

Gina Lollobrigida è stata ospite di Porta a Porta, il programma di Rai 1 condotto da Bruno Vespa andato in onda ieri sera (8 novembre), e l'attrice ha trovato il coraggio di unirsi al coro di denunce per molestie sessuali, anche se non ha voluto fare i nomi di chi avrebbe abusato di lei.

La risposta di Lollo non si fa attendere: la star rivela di aver subito molestie, da parte di uno straniero e di un italiano (non è chiaro in che ordine): la prima molestia è avvenuta a 19 anni e l'attrice andava ancora a scuola, mentre sulla seconda non dice molto, ma era già sposata e piuttosto conosciuta.

E poi a sorpresa aggiunge: "Ma neanch'io l'ho avuto".

La rivelazione choc per l'attrice oggi novantenne arriva con la richiesta di commentare le tante denunce seguite in tutto il mondo allo scoppiare dello scandalo Weinstein. "Credo che avrebbero dovuto denunciare per tempo ma non hanno avuto il coraggio", ha risposto di getto l'attrice.

Curiosamente, la storica attrice nostrana ha confessato le sue terribili esperienze proprio dallo studio di Porta a Porta, a poche settimane da quando Asia Argento ha querelato Bruno Vespa per le dichiarazioni sul suo conto.

Le persone da denunciare, spiega, erano "due e avrebbero perso entrambe il lavoro".

Certo non era il nome di Gina Lollobrigida quello che ci aspettavamo, una persona che non ha alcun interesse a parlare oggi. La prima volta ero innocente non conoscevo l'amore, non conoscevo niente. Avevo 19 anni, andavo ancora a scuola.

Di fronte alla domanda su quale fosse stato il comportamento peggiore, la Lollobrigida replica: "Quando la molestia non è molestia ma è di più.non la puoi eliminare, rimane dentro e condiziona il tuo carattere, le tue azioni sono sempre soggette a questo ricordo".

Correlati:

Commenti


Altre notizie