Ius Soli, l'UNICEF: "Voto di fiducia come per la legge elettorale"

Sciopero della fame per lo Ius soli 7 adesioni nel Pd. Per le opposizioni scelta ridicola

Nella nota diffusa da Unicef, Iacomini sottolinea anche l'importanza dello Ius soli per l'Italia. "Una mobilitazione cresciuta in pochi giorni grazie ai tantissimi cittadini - hanno detto i Radicali - che insieme a parlamentari, esponenti del governo e tante personalità hanno scelto di unirsi a questa azione nonviolenta che abbiamo promosso con il senatore Luigi Manconi per rilanciare il digiuno intrapreso dalla rete degli insegnanti per la cittadinanza". L'intenzione e' dunque "scendere in piazza per sostenere la causa e dimostrare la sensibilita' dei cittadini" sul tema dello ius soli temperato e dello ius culturae. Non si comprende allora perchè a questi bambini si debba negare il diritto di cittadinanza. Il professore di lettere Francesco Baio si è posto a favore dello ius soli:"Essendo un allenatore di calcio conosco le difficoltà che incontrano i ragazzi senza cittadinanza italiana poiché, per potersi iscrivere e giocare, devono firmare documenti che richiedono un tempo di attesa esagerato". "Bisogna scindere" - aggiunge - "la problematica dei migranti, che viene spesso utilizzata strumentalmente da alcune forze politiche, dall'attribuzione della cittadinanza ai bambini nati in Italia o che studiano da anni nel nostro paese, che nella maggior parte dei casi sono perfettamente integrati". Oggi stanno scioperando più di 200 persone e più di mille hanno già dato la loro adesione per portare avanti questo sciopero nel mese di ottobre.

Al presidio sara' presente anche una delegazione della cooperativa sociale Cadiai.

"Cittadinanza a tutti gli immigrati dopo solo 5 anni di residenza in Italia: è quello che prevede l'art".

Correlati:

Commenti


Altre notizie