Usurai e assenteisti, 7 arresti a Bari

Bari timbravano e uscivano a fare gli usurai arrestati 2 dipendenti in servizio all'Asl e al Policlinico

Due degli arrestati sono dipendenti di una società in house del Policlinico di Bari che svolge tra l'altro attività di portierato, pulizia dei locali, trasporto di pazienti, logistica integrata, gestione Centro Unico di Prenotazione (Cup) aziendale, piccola manutenzione ordinaria. Lo hanno scoperto i carabinieri del Comando provinciale che hanno arrestato 7 persone e notifcato ad altri 16 indagati misure cautelari interdittive di sospensione dall'esercizio di un pubblico ufficio o servizio.

In particolare - secondo l'accusa - i due dipendenti di Sanitaservice, in numerose circostanze, non si sono presentati al lavoro e, durante l'orario di servizio, hanno incontrato le proprie vittime dalle quali hanno riscosso le mensilità dei prestiti erogati o stipulato nuovi accordi usurari. Tuttavia, riuscivano ugualmente a far risultare fraudolentemente la loro presenza in servizio, grazie alla timbratura del badge da parte di altri colleghi compiacenti, che si sostituivano nell'occasione al dipendente assente.

L'indagine, avviata nel 2014 e conclusa nel 2016, ha svelato che in questi anni è stata creata una rete criminale in grado di estorcere denaro a numerosi baresi. Nel corso delle indagini sono state sequestrate ingenti somme di denaro e la contabilità degli usurai. I carabinieri hanno accertato che gli altri impiegati assenteisti coinvolti andavano durante l'orario lavorativo in villeggiatura o a pesca.

Correlati:

Commenti


Altre notizie