Dodici arresti per traffico di cocaina tra Italia e Argentina

Palermo traffico di cocaina con l'Argentina 12 arresti

I militari stanno eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di capi e gregari di mandamento mafioso per traffico internazionale di sostanza stupefacente con l'Argentina.

I carabinieri di Palermo hanno arrestato nella notte dodici persone tra Palermo, Roma, Bagheria e Tolmezzo accusate di traffico internaizonale di stupefacenti, in particolare cocaina, con l'Argentina.

Inoltre è stato individuato un gruppo di spacciatori particolarmente attivo nei locali notturni delle province di Palermo e Trapani. E' stato documentato ancora una volta, sottolinea l'Arma, "come il settore degli stupefacenti rivesta per Cosa nostra un'importanza fondamentale, imprescindibile nelle dinamiche criminali e, al contempo, fonte di accese e continue tensioni tra gli stessi affiliati".

Secondo quanto ricostruito, Nicolo' Testa, al vertice della famiglia mafiosa di Bagheria, e il suo collaboratore Carmelo D'Amico, avrebbero stretto un accordo con Salvatore Drago Ferrante, procacciatore all'ingrosso di cocaina, per importare grossi quantitativa di stupefacenti dall'Argentina.

Le attività di indagine, condotte anche in territorio estero, hanno consentito il sequestro di 5 chilogrammi di cocaina.

Correlati:

Commenti


Altre notizie