C'è il derby, Candreva avverte il Milan: "Saremo più arrabbiati di loro"

Inter Candreva verso il derby ''Milan arrabbiato noi dovremo esserlo di più''

Assolutamente sì, partite come queste, come poche in campionato, danno qualche energia in più.

"Mi fa piacere essere accostato a gente che ha fatto la storia di questo club e spero di entrarne a far parte anche io perché sono orgoglioso di questo progetto".

Che impressione ti ha fatto Cancelo? E con Icardi lavoriamo anche su questo. "Vogliamo arrivare in alto".

Partite per la definitiva consacrazione?

Milan. "Arriva da partite non positive, sarà arrabbiato ma noi dobbiamo esserlo di più perché vogliamo vincere". "Sappiamo che sta bene e lo aspettiamo tutti".

Cosa significherebbe vincere questo derby? "Se vinciamo domenica, saremo più motivati per il San Paolo".

"L'entusiasmo che abbiamo avuto nelle Nazionali ci può portare qualche carica in più". "Non sono d'accordo. Sono opinioni, con la Fiorentina abbiamo fatto un grande partita". Possiamo migliorare, questo è vero.

Sul possibile ruolo da trequartista e gli errori sui cross "Mi prendo le figuracce se serve". I cross? In campo c'è poco tempo per pensare, magari su tanti che ne faccio qualcuno va alto o fuori, può capitare. C'è Mauro lì e ci alleniamo continuamente. Siamo tornati da poco dalle nazionali, oggi lavoreremo sulla partita. Siamo carichi per una partita molto importante. In questo mese di campionato si penserà solo all'Inter. Ma senza dimenticare gli spareggi da giocare con la Nazionale: "Il pensiero di rischiare di non andare ai Mondiali è una cosa brutta per noi, come per tutto il Paese, ma neanche ci dobbiamo pensare. Anzi, pensate a quando giocheremo bene.".

Fischi e sostituzione nelle ultime partite con l'Inter, poi sei stato uno tra i migliori con l'Albania in Nazionale. Certo, si può sempre migliorare. "Lo scorso anno nel derby ho fatto gol da quella posizione". "Adesso mi auguro che domenica arrivi la mia prima vittoria nel derby".

Primo gol con l'Inter, ricorda quando l'ha segnato? . Rispetto al derby di Roma?

FISCHI E GIOCO - Il classe '87 romano ha poi proseguito considerando le critiche, sia per le prestazioni personali che per quelle di squadra: "I fischi fanno parte del nostro lavoro, ma ho sempre dato il massimo. Vedremo che succede nei prossimi allenamenti". I sorteggi? Non ci sono squadre in particolare da evitare, sono tutte ostiche. "Il derby può darci una spinta", le sue parole.

Su possibile vittoria nel derby "Vogliamo fare un campionato importante e all'altezza di questa maglia". Il gol non è un'ossessione.

Correlati:

Commenti


Altre notizie