Capo polizia Catalogna rischia 15 anni

Josep Lluis Trapero il capo dei Mossos de Esquadra la polizia catalana

Da questa mattina il capo dei Mossos d'Esquadra (la polizia catalana) Josep Lluis Trapero è al palazzo di giustizia di Madrid, per rendere dichiarazioni e rispondere alle domande degli inquirenti. Rischia fino a 15 anni di carcere. Per la legge spagnola, la sedizione equivale a un atto di ribellione contro le decisioni dello stato e delle forze di sicurezza nazionali.

Gli indagati in tutto sono quattro: oltre a Trapero e Laplana, ci sono anche i due presidenti delle associazioni indipendentiste che hanno organizzato il referendum. La procura generale denunciò Trapero e l'intendente dei Mossos, Teresa Laplana, per non avere agito con prontezza dopo la richiesta della Guardia Civil che chiedeva di allontanare i manifestanti.

Il caso Trapero rischia di far esplodere la tensione in giornate che sono già tesissime in Spagna: ieri la Corte Costituzionale ha ordinato la chiusura del Parlamento catalano, che lunedì dovrebbe votare sulla secessione.

Correlati:

Commenti


Altre notizie