Cinema, Fiorello e Favino: il successo è sparire

Chi m’ha visto è meglio essere o apparire? Favino e Fiorello insieme Andrea Gentili 26 settembre 2017 Recensioni Film

Beppe Fiorello e Pierfrancesco Favino, stessa età, temperamenti diversi e complementari, tra poco insieme sul grande schermo per dare vita alla commedia "Chi m'ha visto" prodotta da Beppe con il fratello Rosario, Rodeo Drive e RaiCinema, attesa in sala il 28.

Chi m'ha visto è stato girato in Puglia e racconta la storia di Martino Piccione, un bravissimo chitarrista che collabora con i più grandi divi della musica leggera italiana, solo che nessuno se n'è accorto, perché lui è quello che sul palco sta dietro e i riflettori sono tutti puntati sul cantante famoso. "Decide che vuole dimostrare che sparire dimostrerà a tutti il mio valore e questa cosa in parte riesce" ha aggiunto Fiorello. "È venuto un chitarrista vero, pugliese, dicendo che una volta ha tentato di mettere in scena questa sparizione e di non esserci riuscito".

La commedia molto musicale (è piena zeppa di camei, da Fiorello senior a Morandi, da Elisa a Bennato fino a Sangiorgi) si regge soprattutto grazie al feeling innato fra Favino e Fiorello, una coppia che nel film funziona a meraviglia. "Ci hanno chiesto se avessimo voglia di sparire davvero". In questo film si ride - e anche tanto - ma si riflette, anche. Nei vari colloqui con stampa e televisione Beppe Fiorello ha parlato anche di aspettative future che abbracciano anche il prossimo ruolo in una fiction: l'aspirazione di Fiorello, dopo aver interpretato un'icona non solo italiana, ma anche specificamente siciliana come Domenico Modugno, vorrebbe cimentarsi in un'opera su Lucio Battisti. Il film vede protagonisti anche Mariela Garriga, Dino Abbrescia e la partecipazione di Sabrina Impacciatore.

Correlati:

Commenti


Altre notizie