Udinese, Delneri: "Il Milan può cambiare faccia con la rosa lunga"

Kalinic Milan Serie A

Ho piena fiducia in Abate, che ha le sue stesse caratteristiche.

La notiza dell'infortunio di Conti. Ci mancherà, giocha con entusiasmo e freschezza. Udinese? Dopo la conferenza facciamo vedere i video ai ragazzi. "Mi aspetto che la squadra abbia la stessa fame".

Il modulo aiuta la squadra? Mentalmente è un ragazzo che non si ferma durante la partita.

Le aspirazioni di André Silva: può puntare al Pallone d'Oro? "Deve migliorare sotto porta, essere più cattivo, ma è tra i migliori in circolazione".

"Bene che sia arrivata questa brutta figura, io voglio un Milan che pensi sempre alla vittoria".

Kessié - "È un giocatore importante ma ne abbiamo diversi". La rotazione coinvolgerà tutti.

"Dobbiamo avere intensità, ma non disperdere le nostre energie correndo dietro a loro, ma usarle per costruire, cosa che domenica scorsa contro abbiamo fatto abbastanza bene. Stiamo studiando la difesa a tre".

"Veramente ravvicinato giocare giovedì-domenica. L'anno scorso abbiamo perso due partite che una squadra affamata avrebbe vinto". E' arrivato in finale di Champions con la Juve giocando a quattro. "Mi auguro che questa sconfitta rimanga addosso per un po', perché ci vuole quella fame necessaria anche per vincere queste partite sporche".

Sostituto di Conti. "Abate si avvicina moltissimo alle caratteristiche di Conti e sono molto fiducioso. Non ve lo dico, chi". Romagnoli? In una difesa a tre è importante avere un centrale mancino. Entrambi dovrebbero agire sulla trequarti girovagando alle spalle di Nikola Kalinic, centravanti croato che, preferito a Silva e Cutrone, dovrebbe partire titolare. La squadra ieri non l'ho provata. "Qualche compito a casa lo lascio anche a voi, vediamo chi ci arriva prima (ride, ndr)". Milan-Udinese sarà anche la sfida delle due difese, ricche e povere che siano.

"Sono soddisfatto dalla prestazione dell'altra sera". Dove sta la verità? Non ci possiamo accontentare degli alti e bassi o di una grande vittoria.

"Erano state partite un po' così".

Prospettive dopo la vittoria in coppa. L'ultima volta fu il 5 febbraio scorso, un pareggio per 0-0, al Bentegodi di Verona.Il tecnico friulano cercherà dunque di sfruttare il senso della posizione di Nuytinck che nell'ultimo mese ha affinato sempre più l'intesa con un veterano come Danilo. "Poi ci sono le scelte tecniche, ma non mi preoccupa il suo percorso". Il campionato italiano è complicato perchè tutte le squadre sono fatte per ottenere obiettivi. "Può capitare di giocare con tre centrocampisti e senza incontristi". Noi dobbiamo, se possiamo cercare di entrare in questo gruppo, ma prima di tutto renderci conto che il nostro obiettivo è la salvezza.

Correlati:

Commenti


Altre notizie