Sindaco Lampedusa: immigrati fuori controllo. Hot-spot va chiuso

Lampedusa sindaco Martello

(Ultime Notizie - Ultim'ora di sabato 16 settembre 2017) E' polemica sulle parole del sindaco di Lampedusa, Totò Martello, già primo cittadino dell'isola dal '93 al 2002.

Con la strada libica chiusa grazie agli accordi tra il governo italiano e quello di Tripoli, gli sbarchi residui sono prevalentemente di tunisini, che tuttavia secondo Martello nei bar "si ubriacano e molestano le donne". "E' un problema di vivere civile, dopo l'identificazione, i migranti sono liberi di passeggiare in strada e così non va bene", ha detto a Rainews24. "Ricevo decine di messaggi di turisti impauriti, gli albergatori, i commercianti e i ristoratori subiscono quotidianamente, non ce la fanno più". "Chiedo che venga chiuso l'hot spot, una struttura inutile che non serve a niente". E segnala che "nonostante il centro sia presidiato da polizia, carabinieri e guardia di finanza, i tunisini - 180 in tutto nell'hotspot - entrano ed escono come e quando vogliono". Ci sono furti continui nelle botteghe di abbigliamento e di alimentari, molestie nei confronti dei turisti. "Se non si è grado di gestire questua situazione, poiché molti di questi sono delinquenti, che vengano messi in carcere". Non c'è collaborazione fa parte delle istituzioni.

Correlati:

Commenti


Altre notizie