Inter, Spalletti: "Nessuna presunzione ma con il Crotone conta solo vincere"

Inter, Spalletti mai a punteggio pieno nelle prime 4: chance incredibile a Crotone!

Ora i nerazzurri saranno impegnati in trasferta a Crotone, un avversario che comunque non sarà da sottovalutare. "E, l'Inter deve essere fatta di campioni". Quello di non credersi una squadra forte, c'è un confine tra fiducia e presunzione. Erano quasi retrocessi e io so cosa significa andare negli spogliatoi per cercare di convincere i giocatore che le cose non sono come le vedono. Il Sassuolo e' in crisi di risultati, ma non ha sfigurato a Bergamo domenica scorsa, pur perdendo nel finale. E ancora: "Il campione non sceglie la squadra dove esserlo, lui sente il profumo della vittoria. Tutte le restanti 35 partite sono importanti". "Per crescere serve che i compagni siano stimolati a vicenda". Non è la grande serata che diventa importante e basta.

"I super budget delle grandi squadre?" Mi mettono in difficoltà. A volte Rojadirecta potrebbe non funzionare, ma nel mondo del web ci sono decine di siti affini alternativi a quello più famoso. E proprio a proposito del suo reparto difensivo, il tecnico di Certaldo ha dichiarato: "Mi aspettavo un miglioramento perché li vedo lavorare in un certo modo". Dobbiamo ancora accorgerci delle potenzialità di Skriniar e Miranda. Quanto ai marcatori, una rete di Icardi e' nell'aria e paga 1,50; a 2,50 un altro gol di Perisic, dopo il siluro al volo messo a segno con la Spal.

Ma in generale si tratta di una scelta che garantisce il pieno rispetto della legalità e, nei casi più fortunati, anche la discreta qualità delle immagini.

Lo streaming della sfida sarà una soluzione che molti, soprattutto quelli che non potranno vedere in altri modi live gratis la partita, sceglieranno anche per Crotone Inter. Non la pensiamo così, vedrete che segneranno anche gli altri. "Due calciatori che segnano soltanto non ci possono portare in Champions e noi dobbiamo essere in lotta fino all'ultima partita per quei posti lì". Le partite dobbiamo vincerle, non dobbiamo aspettare o preparare la reazione a quella persa. Se poi dovessimo perdere si vedrà in quel momento. "Non è sempre un vantaggio". Gagliardini gioca poco? Ma quando entra in campo è determinante. E sul trasformare un centrocampista in trequartista, come fatto con Nainggolan a Roma, non si sbilancia: "Di Francesco sa benissimo qual è il suo lavoro".

Correlati:

Commenti


Altre notizie