Grande Fratello Vip, Marco Predolin a rischio espulsione? Polemica per commenti omofobi

Cecilia e Jeremias Rodriguez

Si stava discutendo della partecipazione al gioco di Cristiano Malgioglio e di alcuni buffi eccessi del paroliere col ciuffo. Nello specifico, si è discusso sull'approccio del mondo arcobaleno nell'ambito del lavoro e il presentatore ha espresso il suo pensiero, dicendo che non tutti i gay vogliono fare le donne e che alcuni rimangono normali, sottolineando che è contrario a chi ostenta ed enfatizza la propria sessualità sul posto di lavoro. È probabile che, considerando anche il contesto all'interno del quale la frase è stata pronunciata, Predolin sia solo caduto vittima di una scelta infelice dei termini. Nel dettaglio l'ex conduttore del game show "Il gioco delle coppie" ha rivelato che gli omosessuali, per lui, andrebbero suddivisi in due categorie.

Il suo ritorno però non è stato indolore: è notizia di poche ore fa che Marco Prendolin avrebbe usato parole pesanti e decisamente fuori luogo contro gli omosessuali.

Già lo scorso anno, nel corso della prima edizione del Grande Fratello Vip, il pubblico del programma tacciò uno dei concorrenti di omofobia. Il pugile aveva chiamato "friariello" Bosco Cobos. Prime scaramucce, prime richieste, ma soprattutto prime nomination: al televoto settimanale sono andati Luca Onestini, Gianluca Impastato, Ignazio Moser, Ivana e Carla. Un piccolo disguido che gli è pure costato un soggiorno in comunità, da Don Mazzi, in aiuto ai ragazzi difficoltosi. Vicino al tavolo della cucina si sono ritrovati Simona Izzo, Marco Predolin, Carla Cruz e Cecilia Rodriguez.

Predolin ha infine raccontato che il ritiro del documento di guida è avvenuto dopo una cena organizzata in radio, seguita da un invito di Pio e Amedeo a bere un po' di amaro.

Predolin nasce come conduttore radiofonico. Predolin ha poi spiegato che l'esperienza è stata intensa e costruttiva, perché gli ha fatto conoscere una realtà a lui sconosciuta. Esordì in televisione negli anni 70 su Tele Montecarlo. Il passaggio in Rai con "I circhi del mondo", "La cultura dell'occhio" e "Quanto mi ami?" risale agli anni 90.

Correlati:

Commenti


Altre notizie