Attacco metro Londra, arrestato 18enne. Esercito in strada

Responsive image

A seguire il testo: "Quasi 30 adoratori della croce sono stati feriti in una stazione ferroviaria metropolitana in una esplosione a Londra".

Le sue generalità non sono ancora state diffuse. Sembra che proprio da questa analisi si è giunti al fermo del 18enne nel Kent. La polizia londinese avrebbe identificato già nelle ore immediatamente successive all'attentato il giovane. "Per questo periodo - ha spiegato May parlando alla tv - il personale militare sostituirà i funzionari di polizia di guardia in alcuni siti protetti".

ISIS dunque ha messo in campo su Londra una nuova strategia del terrore che vede una serie di azioni "terrificanti" anche se di lieve entità.

A Dover, nel Sud dell'Inghilterra, è stato arrestato un ragazzo di 18 anni nell'ambito delle indagini per l'attentato di ieri alla metropolitana di Londra, dove un ordigno artigianale è esploso parzialmente, ferendo 29 persone.

La premier britannica Theresa May è tenuta costantemente informata su quanto accaduto e ha convocato per le 11 locali, le 12 in Svizzera, una riunione d'emergenza del Cobra, il comitato di crisi del governo britannico. A essere presa di mira, la linea verde (District Line), all' altezza della stazione di Parsons Green. Lo ha detto il ministro degli Esteri britannico Boris Johnson. E' ancora in corso una "caccia all'uomo" per trovare l'attentatore: lo ha confermato il sindaco di Londra, Sadiq Khan.

Alla fine la conta dei feriti e dei contusi si é assestata quasi a quota trenta: i passeggeri più vicini al secchio esplosivo sono rimasti ustionati, con bruciature al volto non gravi; altri hanno riportato traumi nel pigia pigia.

Il perimetro di Parsons Green é rimasto transennato per l'intera giornata, con diverse stazioni chiuse. Il 22 marzo un uomo aveva travolto la folla con la sua auto davanti al Parlamento di Westminster, poi era sceso e aveva colpito un agente di polizia.

Correlati:

Commenti


Altre notizie