Whatsapp, il fondatore Acton lascia: "Fonderò una ong"

Il co-fondatore di Whats App abbandona la chat

Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Brian Acton, co-fondatore di WhatsApp, l'applicazione di messaggistica istantanea più famosa del pianeta, ieri ha ufficialmente annunciato, attraverso un post su Facebook, che lascerà l'azienda per lanciare la propria fondazione.

Programmatore informatico laureato a Stanford, Acton otto anni fa ha lanciato WhatsApp insieme a Jan Korum, attuale Ceo della compagnia.

"Ho deciso di avviare un'organizzazione senza scopo di lucro incentrata sull'intersezione di no-profit, tecnologia e comunicazione", ha scritto Acton. "Sono fortunato perché alla mia età ho la flessibilità per prendere nuovi rischi e focalizzarmi sulle mie passioni".

Il 45enne, ex dipendente di Yahoo!, definisce l'addio a WhatsApp "una scelta difficile" e si dice "orgoglioso di quello che è stato realizzato in così pochi anni".

Al momento Facebook, company che nel Febbraio 2014 l'ha acquisita per la cifra record di 19 miliardi di dollari, non ha ancora rilasciato nessun commento ufficiale. Secondo quanto riportato da Forbes il patrimonio di Acton è pari a 6,5 miliardi di dollari, 3 dei quali ottenuti proprio all'atto della vendita della piattaforma.

Correlati:

Commenti


Altre notizie