Livorno. Ritrovato il corpo di una donna dispersa. Bilancio, 7 morti

Nubifragio a Livorno, ricerche dei dispersi: trovata una donna. Ecco chi sono le vittime

D'altronde, il procuratore capo Ettore Squillace Greco non fa giri di parole: "Quando avvengono tragedie del genere, non possiamo non considerare l'eccezionalità dell'evento atmosferico, ma nemmeno dimenticare che in quasi tutti i casi la responsabilità è degli interventi umani sul territorio". Sua moglie Martina Bechini è dispersa da ieri. Il marito della donna si era salvato aggrappandosi a un tronco a due chilometri dalla loro abitazione che si trova nel rione Collinaia. Salgono così a otto le vittime accertate, tenendo conto anche del ragazzo, Matteo Nigiotti, deceduto in un tragico incidente stradale. Ieri scontro tra Comune e Regione con il sindaco Filippo Nogarin che aveva detto: "Non ce lo aspettavamo, perché l'allerta era arancione e non rossa" e l'assessore alla Protezione civile Federica Fratoni che aveva ribattuto: "Il Comune non ha attivato l'alert system". Che è poi tornato a parlare della polemica sul fatto che il livello di allerta a Livorno fosse arancione e non rosso: "Un codice arancione è un codice di allerta che prevede gli eventi che si sono verificati a Livorno, La differenza principale con il codice rosso riguarda il reticolo idraulico delle possibili esondazioni". Quattro persone, quasi una intera famiglia - due soli i superstiti - sono morti nella stessa casa, al piano terra di un palazzo signorile a due passi dal lungomare. I cadaveri sono quelli del marito, Simone Ramacciotti, 37 anni, della moglie, Glenda Garzelli, 35 anni, del figlio Filippo, 4 anni, e del nonno, Roberto Ramacciotti, 65 anni. Un'altra persona è morta in via della Fontanella: si tratta di Raimondo Frattali, 70 anni. Di loro si sono salvati solo la bambina e la nonna. I funerali di quest'ultimo si svolgeranno alle 11 nella chiesa di Sant'Annunziata.

VIABILITÀ - La circolazione sta progressivamente tornando alla normalità, mentre si stanno studiando soluzioni per il ripristino almeno temporaneo dei quattro ponti crollati in modo da agevolare la circolazione ed evitare di non tagliare nessuno fuori dalla città.

Nella prima seduta del Consiglio comunale dopo il rientro dalla pausa estiva, Firenze ha reso omaggio alle vittime del disastro che ha colpito Livorno.

Correlati:

Commenti


Altre notizie