Samsung guarda avanti con il processo produttivo a 11 nanometri

Samsung avrebbe anche sviluppato un nuovo processo definito 11LPP - low power plus - che offrirebbe un aumento delle prestazione del 15% rispetto alla precedente generazione e allo stesso tempo con delle dimensioni del 10% più piccole.

La produzione a 11LPP prenderà il via nella prima metà del prossimo anno. Samsung continuerà ad utilizzare chip a tecnologia 10nm FinFET per i terminali di fascia alta, in attesa del nuovo processo 7nm LPP EUV (extreme ultra violet) in arrivo nel secondo semestre del 2018.

Samsung ha aggiunto alla propria roadmap il processo a 11nm per offrire ulteriori e avanzate opzioni per varie applicazioni. Attraverso questo processo l'azienda ha completato un percorso che dai 14nm è passato agli 11/10nm, per giungere poi a 8nm e 7nm nei prossimi tre anni, dichiara il Vice Presidente Ryan Lee.

Novità interessanti dal punto di vista hardware per Samsung per il prossimo anno che si prepara così ad innalzare a buoni livelli anche la componentistica interna degli smartphone entry-level, a migliorare i medi di gamma e ad affinare sempre più il già ottimo comparto dei device di fascia top. Samsung ha registrato una quota di mercato dell'8,1 per cento nel 2016.

Correlati:

Commenti


Altre notizie