Max Pezzali, Nek e Francesco Renga, 'Duri da battere': un tour insieme

Francesco Renga, Nek e Max Pezzali: un trio di

Il brano 'Duri da battere' è uscito l'11 settembre 2017 ed ha battezzato un progetto che si spera essere 'nuovo e irripetibile'. I tre artisti, infatti, saranno i protagonisti del "NEK MAX RENGA, il tour", il live itinerante in partenza dal 20 gennaio 2018 all'Unipol Arena di Bologna, che ha già programmato le prime 10 date nei principali palasport italiani.

Nel tour i tre protagonisti saranno sempre insieme sul palco, per tutta la durata dello spettacolo, reinterpretando i brani più significativi degli oltre 25 anni di carriera di ciascuno.

Milano, 11 set. (askanews) - Un tour insieme nel 2018 per mettersi in gioco, anticipato in radio dal singolo "Duri da battere", che esce oggi: è il nuovo progetto musicale annunciato in conferenza stampa a Milano da Nek, Max Pezzali e Francesco Renga. Un'occasione imperdibile per vederli tutti e tre insieme sul palco.

Nei grandi processi evolutivi come nelle difficoltà di tutti i giorni, nella vita di relazione come nello sport: essere 'duri da battere' non significa essere invincibili, ma avere il coraggio e la determinazione di buttare il cuore oltre l'ostacolo. O almeno di provarci'. Reinterpreteranno le loro canzoni, ognuno portando il proprio stile, la propria storia e il proprio bagaglio di successo: Max Pezzali ha venduto oltre 7 milioni di dischi, Nek è l'artista italiano più suonato dalle radio nell'ultimo anno, Francesco Renga ha una carriera caratterizzata da oltre 1850 concerti.

Clicca sulla freccia per testo e audio di "Duri da battere" di Max Pezzali ft.

Max Pezzali, Nek e Francesco Renga faranno un tour in trio.

I tre non hanno escluso dopo il tour di poter anche incidere un disco insieme: "Non escludiamo niente, se da questo featuring ci è venuta in mente idea per il tour credo che poi tra un'idea e l'altra, dato che quello che ci viene meglio è scrivere, qualcosa verrà, tutto può succedere non lo escludiamo" ha detto Nek, scherzando poi sull'ipotesi di una conduzione a tre del Festival di Sanremo.

Con queste parole il cantante pavese ha firmato il singolo che ha richiesto l'eccezionale collaborazione dei suoi due grandi colleghi, prima amici.

Correlati:

Commenti


Altre notizie