Avellino, de Magistris: nostra lista per le prossime elezioni comunali

Avellino Calcio – Taccone, omaggio biancoverde al sindaco De Magistris

Il sindaco di Napoli ospite al circolo della stampa per presentare il suo ultimo libro "La città ribelle", un racconto, corredato dai contributi di intellettuali come Erri De Luca e Maurizio De Giovanni, del cambiamento della città nei sei anni di governo di quello che dai più viene definito il sindaco Masaniello o il Salvini del Sud. Nonostante ciò De Magistris sottolinea come il trend della disoccupazione sia in controtendenza a Napoli: "Compito di un sindaco non è creare posti di lavoro, ma condizioni". Ma c'è anche la cultura da guardare e anche qui c'è un'inversione di tendenza: "Negli ultimi 3 anni sono stati girati 350 film a Napoli". Ristruttureremo tutti gli impianti sportivi, ci sarà un tale flusso di persone che dovremo usare le navi per ospitarle. "Una città che si ribella al sistema, di corruzione e mafia che inquina la politica" spiega.

E rispetto ad Avellino: "stiamo lavorando molto in Irpinia e nel capoluogo, in vista delle elezioni amministrative del prossimo anno". Stiamo lavorando su questo. "Abbiamo intenzione di radicarci come movimento politico". "Avellino è una città molto importante a cui Napoli è legata". "Farò il sindaco fino alla scadenza del mandato, 2021". Intanto, ieri, durante la direzione regionale del Pd, la segretaria Assunta Tartaglione ha usato parole di fuoco verso il primo cittadino di Napoli, accusandolo di voler distruggere l'Anm, a differenza del governo che sta facendo di tutto per salvare l'Eav: "Stiamo usando forze nostre per salvare l'Anm, senza alcun contributo dal Governo - puntualizza - a differenza dell'Eav che ha ricevuto 650 milioni di euro dallo Stato". Invito Tartaglione e i deputati piuttosto che fare invettive o dire cose false, a fare critica costruttiva e, semmai, sostenere un po' i territori dai quali sono stati nominati, non eletti ricordiamocelo bene. "In questi sei anni da sindaco non ho mai visto l'onorevole Tartaglione". Da almeno tre mesi a Napoli si vive un'emergenza idrica strisciante con il sindaco e l'assessore all'ambiente che dicono e non dicono. "Io invece non vedo l'ora di assisterealla partita Napoli-Benevento - ironizza De Magistris". "Da parte nostra - prosegue - ci limitiamo a ricordare ai napoletani che le crisi delle sorgenti del Serino gestite da ABC non rappresentano affatto un evento eccezionale, bensì un fenomeno ciclico (la riduzione più grave della portata d'acqua di queste sorgenti si verificò nel 2002). Mastella è solo un avversario politico, ma lo ricordo con grande rammarico come ministro di questo paese".

Correlati:

Commenti


Altre notizie