Microplastiche nell'acqua potabile di tutto il mondo

Allarme acqua plastica nell’acqua potabile. Acqua dei rubinetti contaminata

Si tratta, quindi, di un problema preoccupante, tanto più che non si conoscono ancora i reali rischi per la salute. Ecco gli sconcertanti dati ottenuta da una nuova ricerca statunitense.

Difficile da credersi, perché non si vedono, ma nell'acqua corrente di tutti i Paesi del mondo sono state rinvenute tracce di plastica, piccole fibre microscopiche. Ad ogni modo, anche in questi casi le fibre di plastica sono state trovate nel 72% dei campioni esaminati. È considerato l'emblema dell'impero di Trump. A dare voce a questa rivelazione choccante è stato il quotidiano britannico Guardian che in esclusiva ha pubblicato i risultati di uno studio condotto da un'organizzazione non profit di Washington, la Orb Media. Con Acqua Buona, il gestore idrico del Basso Valdarno, oltre ai controlli di routine sulla rete idrica che assicurano la qualità dell'acqua potabile sino al contatore, effettua gratuitamente campionamenti periodici direttamente all'interno dei plessi - al rubinetto, in pratica - garantendo così la massima sicurezza dell'acqua fornita dalla scuola che può così utilizzarla come per la refezione, al posto dell'acqua in bottiglia.

Gli scienziati hanno voluto testare diverse città, sia grandi che piccole, di tutti i continenti. Non è esente neppure la Trump Tower del Presidente Donald Trump.

Subito dopo gli Stati Uniti seguono, a ruota, il Libano e l'India. A vantare la più bassa percentuale di contaminazione è l'Europa, in testa il Regno Unito, quindi la Germania e poi Francia. La media numerica di fibre rintracciate ogni 500 ml di acqua va dal 4,8% negli Usa all'1,9% in Europa.

Esistono ovviamente fortissimi timori per i danni alla salute che queste microfibre di plastica potrebbero causare: in particolare, si teme che possano essere un veicolo per delle sostanze chimiche pericolose che sarebbero assunte da chi dovesse bere l'acqua del rubinetto o mangiare dei cibi che con quell'acqua sono stati preparati. L'umanità si potrà definire realmente evoluta solo quando imparerà a ideare oggetti e materiali che non distruggeranno l'ambiente in cui vive. Come sempre l'essere umano dovrà fare i conti con l'utilizzo irresponsabile delle cose da lui stesso creato.

Correlati:

Commenti


Altre notizie