Draghi: "Euro è una fonte di incertezza, bisogna monitorare"

Quell'inflazione che non arriva

"Dedicheremo l'autunno per la calibrazione della politica monetaria per il 2018", ha puntualizzato il governatore.

Oggi il Consiglio direttivo della BCE ha deciso che i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale rimarranno invariati rispettivamente allo 0,00%, allo 0,25% e al -0,40%. Draghi ha spiegato che nel vertice appena concluso ci sono state solo "discussioni preliminari" sulla "sequenza" tra Qe e tassi, sugli "scenari e sui canali di trasmissione".

La Bce ha avvertito che il quantitative easing, che proseguirà al ritmo di 60 miliardi di euro al mese, continuerà fino a fine dicembre "e oltre se necessario". "Se l'outlook diventerà meno favorevole" o l'inflazione nell'eurozona si indebolirà "siamo pronti a incrementare il nostro programma di acquisti di asset in termini di portata o durata".

"La recente volatilità del tasso di cambio rappresenta una fonte d'incertezza che richiede di essere monitorata, per le sue implicazioni sulla stabilità dei prezzi nel medio termine". Lo ha detto il presidente della Bce, Mario Draghi, in conferenza stampa a Francoforte al termine della riunone di politica monetaria del condiglio direttivo. Sull'inflazione nell'Eurozona Draghi ha detto che "deve ancora mostrare segnali convincenti di un rialzo sostenuto", ed ha abbassato le sue stime: 1,5% nel 2017, 1,2 nel 2018 e 1,5% nel 2019. Per quanto riguarda le politiche fiscali, tutti i paesi potrebbero beneficiare di una intensificazione degli sforzi per raggiungere una maggiore "growth-friendly composition" della finanza pubblica. La prima banca tedesca ha recentemente sottolineato che, nonostante il rafforzamento dell'euro, sono sempre più evidenti i segni di bolle che stano moltiplicandosi in diversi settori. L'euro si sta apprezzando ma non è assolutamente un target di politica monetaria, ha precisato Draghi.

Correlati:

Commenti


Altre notizie