Migranti sgomberati:domani corteo a Roma

Misure di sicurezza lungo il percorso della manifestazione dei movimenti per la casa in seguito allo sgombero dello stabile occupato dai profughi in piazza Indipendenza Roma 26 agosto 2017

Una protesta, a cui parteciperanno anche i rifugiati di via Curtatone, che cadrà a due giorni dallo sgombero di ieri in cui si sono registrati disordini, tensioni, lanci di sassi e bombole del gas contro le forze dell'ordine, idranti più volte aperti sui rifugiati, diversi feriti e contusi, e quattro migranti arrestati arrestati per resistenza e violenza a pubblico ufficiale. "Vogliamo un tetto per proteggerci dal sole, dal freddo, dalla pioggia, dall'acqua - urlano - una casa adatta per bambini, anziani e malati, adatta per tutti". Oltre ai migranti e ai movimenti per la casa, rappresentanti di sindacati di base, associazioni italiane e internazionali, poi sinistra italiana, rifondazione e sinistra critica con le loro bandiere.

Si presenta così piazza dell'Esquilino a Roma all'inizio dell'atteso corteo anti sgomberi previsto per questo pomeriggio. "Siamo qui oggi per farci vedere a questa città: lavoriamo, ci sentiamo romani, perché volete farci sparire?", aggiunge circondata dal centinaio di connazionali che come lei hanno passato le ultime notti tra la stazione Termini e le tende di fortuna dell'ex Baobab. In testa alla manifestazione, i migranti sgomberati dal palazzo di via Curtatone. Le forze dell'ordine, schierate ai varchi posizionati intorno alla piazza dove la manifestazione è partita, hanno ispezionato borse e zaini per evitare l'ingresso di bottiglie in vetro e bastoni. L'intera manifestazione verrà inoltre seguita con telecamere fisse e mobili da parte della Polizia Scientifica.

Correlati:

Commenti


Altre notizie