Di Francesco, schiaffi Celta serviranno

ESCLUSIVE

E fra poco si gioca davvero, sul serio. Non mi aspettavo assolutamente un primo tempo del genere, nonostante tutti i cambi, che avevo programmato per far recuperare chi aveva giocato di più a Siviglia in vista che del campionato, era tutto predisposto. Intanto l'altro schiaffo spagnolo, forte, arrivato dopo la sberla di Siviglia. E poi la difesa, da rivedere: "Che lezione dal Celta, un disastro: sia a livello tattico che fisico". La squadra arrivava sempre tardi sulle pressioni, ci sarebbe voluto un time-out. Nel secondo tempo qualcosa è cambiato, abbiamo messo in campo intelligenza. Le responsabilità principali sono sempre dell'allenatore. Abbiamo trovato una squadra che ci ha massacrato nel primo tempo, non abbiamo scuse.

Va fatto capire ai ragazzi, magari prima avevano altri modi per preparare le partite. Avevamo preparato delle cose, abbiamo fatto in campo pressoché il contrario. Oggi da parte nostra c'è stata più pressione che pressing, si facevano spesso individualmente ma il pressing è di squadra. Non abbiamo fatto verticalizzazioni, ma per fortuna era solo un'amichevole. Il 4-1 subito dai giallorossi nell'ultimo test precampionato fa scattare l'allarme anche se il tecnico giallorosso cerca di vedere il lato positivo: "I giudizi ora saranno pesanti, ma meglio prendere prima certi schiaffi, questa partita ci servirà da lezione e sono convinto che a Bergamo faremo una grande gara". Tutti sbagliano, me compreso. Non è quello il problema. Ora ci sono delle cose da migliorare e le valuteremo assieme al direttore. Dobbiamo continuare a lavorare su questo nostro percorso e il mio obiettivo è far capire ai ragazzi che non esiste una gara presa sottogamba, è inaccettabile.

Correlati:

Commenti


Altre notizie