La Torre Nera, dal 10 agosto al cinema. La nostra recensione

Uomo in Nero e Roland Deschain La Torre Nera

La Columbia Picture presenta gli attori principali: Idris Elba, Matthew McConaughey, Katheryn Winnick, Jackie Earle Haley, Abbey Lee, Nicholas Hamilton, Claudia Kim, Fran Kranz, José Zúñiga. Al cinema arriva La Torre Nera.

Non ci resta che aspettare il 10 agosto e vedere La torre nera nei nostri cinema. Molti registi, infatti, hanno scelto di trasporre le sue opere sul grande schermo - prime su tutti It, Christine - La macchina infernale, Carrie eL'acchiappasogni - sfruttando l'occasione per unire generi diversi all'interno dello stesso prodotto.

Il pistolero Roland Deschain (Idris Elba), è condannato ad un'eterna battaglia contro Walter O'Dim, conosciuto come l'uomo in nero (Matthew McConaughey), per impedire il crollo della Torre Nera, che tiene insieme l'universo. Anche il danese Nicolaj Arcel, autore di A Royal Affair e sceneggiatore di Uomini che odiano le donne, firma La torre nera, una pellicola fantasy e avventurosa che prende spunto dall'omonima serie di 8 romanzi, pur scegliendo di ambientarsi dopo di essi.

La durata poi (meno di 95 minuti), la leggerezza onnipresente, la facile e ben distinta dicotomia tra bene e male, il poco interesse nel creare uno stile visivo e diegetico potente e il continuo pensare di stare assistendo ad un film perfetto probabilmente nel 1990 per la facilità della sua struttura archetipale e la banalità dei dialoghi (per non parlare dei limitati visual effects), ci porta a concludere quanto fallita sia stata la prova della Warner Bros. con questo progetto, bruciandosi (si spera, almeno) il sequel e la probabile serie tv prevista prossimamente. O da sperare in un miracolo da parte del pubblico, visto il budget volutamente trattenuto di 50 milioni di dollari che, con un colpo di fortuna, worldwide potrebbero essere ripresi con neanche particolari difficoltà.

Correlati:

Commenti


Altre notizie