Avvenire di Calabria, Don Costantino

Intrusione notturna nella redazione

Lo afferma don Davide Imeneo, direttore dell'"Avvenire di Calabria", settimanale dell'arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova, federato alla Fisc, che non è intimorito dall'attacco ricevuto dal giornale nei giorni scorsi, ma reso noto ieri da "Avvenire", con cui il settimanale viene pubblicato e distribuito. Persone non identificate hanno forzato la porta d'ingresso e si sono introdotte nella sede del giornale, senza tuttavia rubare o danneggiare nulla. Facciamo nostre, quindi, le parole forti dell'Arcivescovo Morosini: "E' un fatto che preoccupa, ma che non ci intimidisce affatto!" E questo, anziché intimorirci, ci dà perfino soddisfazione, perché vuol dire che i giornalisti stanno toccando temi e interessi sensibili.

Tali situazioni, specie in chi vive la professione del giornalista come una missione al servizio dei lettori e non dei potenti di turno, non fanno altro che confermare che si è nel giusto e che, soprattutto, si è realmente strumento per il raggiungimento del bene comune.

Correlati:

Commenti


Altre notizie