Vandali in casa di Mauro Corona, lui li insegue con l'accetta

Vandali in casa dello scrittore Mauro Corona lui li insegue con un'accetta   
                       
                
         Oggi alle 11:53

Per infrangere i vetri, i vandali hanno utilizzato una scultura in bronzo che si trovava di fronte alla bottega. I giovani avrebbero perso il controllo dopo aver bevuto fino a notte fonda: "Non bisogna dire che sono ragazzate, non è così - ammonisce lo scrittore -". Protagonista dell'episodio Mauro Corona, tra gli scrittori più amati anche in Bergamasca, che nella notte tra sabato e domenica ha rincorso dei malintenzionati che avevano mandato in frantumi la vetrata dello studio dove lui scrive e scolpisce il legno.

Brutta avventura per il celebre scrittore friulano di montagna Mauro Corona. I tre vandali che hanno creato numerosi danni hanno rischiato di rimetterci la vita secondo quanto detto dall'artista. Corona ha stigmatizzato con rabbia l'accaduto, al di là della sua veemente reazione ha sottolineato come un atto come questo vada punito per l'umiliazione inflitta e la vigliaccheria, più che per il danno economico procurato o la scocciatura di dover sostituire la vetrata dello studio. E anziché nascondersi e restare bloccato per la paura, ha impugnato un'accetta e si è lanciato all'inseguimento dei vandali che sono scappati. "Questi sono dei delinquenti", sottolinea Corona. A causa del forte rumore Corona si è accorto dei tre intrusi e, armato di accetta, li ha inseguiti "Ero armato, loro erano in tre e io li ho rincorsi, ma essendo a piedi nudi non sono riuscito a raggiungerli". Nel frattempo, le forze dell'ordine hanno avviato le indagini e stanno visionando le telecamere di videosorveglianza alla ricerca di elementi utili.

Correlati:

Commenti


Altre notizie