Pippo Baudo condurrà il Festival di Sanremo 2018?

Mika non sarà alla conduzione del prossimo Festival di Sanremo

A Sanremo 2018 i conduttori non saranno Mika, Virginia Raffaele e Pippo Baudo visto che proprio il cantante di fama internazionale ha smentito di poter essere al timone di un tale programma.

Mika, di recente ospite al Giffoni Film Festival, ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla prossima edizione di Sanremo 2018 e della sua eventuale conduzione, in questi giorni riportata in vari blog e testate giornalistiche. "Io non sono un conduttore, - ha poi aggiunto - quello è un mestiere che altri fanno molto meglio di me, potrei farlo solo nel mio stile, e richiederebbe tempo per prepararlo". Voi chi vorreste sul palco del Teatro Ariston? Quest'anno ci sara' anche una minifiction, scritta da Ivan Cotroneo (anche guida del team di autori del programma, piu' ampio quest'anno, ndr), che influenzera' quello che succede nello show e viceversa.

Dal momento in cui il Festival di Sanremo 2018, esattamente come gli altri anni, andrà in onda a febbraio, i tempi iniziano a farsi piuttosto stretti per poterlo preparare come si deve.

Per lui Stasera a casa Mika "è come un musical in quattro puntate, con una narrazione dall'inizio alla fine". Fra i cantanti italiani chi sarebbe adatto a realizzare uno show come il suo?

Di fronte alla curiosità su chi potrebbe, a suo parere, condurre uno show come Stasera Casa Mika, il cantante non ha avuto dubbi: "Gabbani, che mi è molto piaciuto a Sanremo e agli Mtv Awards, o Fedez, che farebbe qualcosa di molto differente da me, ma sarebbe adatto perché ha un'attenzione maniacale ai dettagli". "Ho già fatto il migliore in Italia, X factor su Sky".

Mika sta attualmente muovendo i primi passi anche nel mondo del cinema, e se il suo piccolo cameo in Zoolander 2 è stato tagliato, ora gli è stata proposta la parte del protagonista in un film francese molto importante e serio.

Tra i temi della conversazione anche le città che ama e lo ispirano, come Beirut, dove è nato, o Napoli: "In entrambe ci sono individui che rovinano la vita delle persone, ed è l'aspetto più facile da presentare. Come all'estero di Beirut molti hanno ancora solo l'immagine degli Hezbollah cosi' e' piu' facile vendere la versione Gomorra di Napoli, che comunque e' una serie fatta benissimo, non ne ho persa una puntata". L'idea mi è venuta un anno e mezzo fa.

Correlati:

Commenti


Altre notizie