Padoan: "Siamo fuori dal tunnel, nei prossimi anni salto di qualità dell'economia"

Mario Monti

Ne è certo Pier Carlo Padoan, che non esita a mostarre ottimismo sul quadro macro-economico dell'Italia nel corso della quinta edizione della festa di Left Wing. In merito alla riduzione delle tasse spiega: "Vanno abbassate in modo sostenibile" usando le risorse disponibili "per aumentare gli incentivi alle imprese ad assumere i giovani". "E' vero - ha detto - che ci sono elementi di miglioramento nell'andamento dell'economia internazionale ma c'è una crescita in Italia più che proporzionale che si deve spiegare con politiche prese che incidono sulla capacità strutturale dell'economia di migliorarsi". "Poi sono arrivati esportazioni e investimenti". Il lavoro non è finito, l'agenda delle misure da implementare e da approvare è ancora molto ampia.

"Questi numeri sono positivi, importanti, però vorrei fare un'annotazione qualitativa: sono numeri che sono il frutto di un'accelerazione degli investimenti e quando ci sono investimenti, si aumenta la domanda e si aumenta quello che gli economisti chiamano la crescita potenziale".
"Si pongono le basi per aumentare la robustezza dell'economia". "Sono fortemente ottimista sui prossimi anni", spiega vedendo "un'economia italiana meno fragile dal punto di vista del debito".

La strada, insomma, per il ministro è tracciata. Il futuro dell'Ue non si gioca sul Fiscal Compact sì o Fiscal Compact no. E' possibile immaginare modi per migliorarlo in modo che sia parte di un disegno più ampio.

"Ogni volta che emerge la questione di quali regole buttar via e quali adottare ricordo che c'è già un dibattito su quali possano essere le regole Ue; il governo italiano aveva messo in circolazione proposte importanti, come il meccanismo di assicurazione contro la disoccupazione, che è un meccanismo europeo per evitare che gli aggiustamenti dell'Unione monetaria si scarichino sui lavoratori".

Padoan non si schiera infine nello scontro a distanza tra il segretario dem Matteo Renzi e le istituzioni sul tema dell'austerità. "Altrimenti facciamo una battaglia ideologica nel senso negativo del termine". La politica deve piuttosto chiedersi "come fare a recuperare la convinzione che l'Europa sia la soluzione" e dimostrare che "le soluzioni europee sono migliori di quelle nazionali".

Correlati:

Commenti


Altre notizie