Camorra, 16 arresti e sequestro di 700 mln per 7 clan

Sono state portate in carcere 12 persone, mentre quattro sono agli arresti domiciliari.

Eccola la Camorra che penetra l'Italia raggiungendo svariate regioni e che mercoledì è finita dentro la rete della Guardia di Finanza che sta eseguendo una mazi operazione dalla Campania, al Lazio, all'Umbria, ma anche all'Abruzzo, alla Sardegna e alla Lombardia ed Emilia Romagna.

Maxi operazione della Guardia di finanza di Bologna, con l'aiuto dello Scico di Roma e dei colleghi di Napoli, contro un gruppo criminale legato a diversi clan camorristici.

Le accuse sono di truffe alle assicurazioni aggravate dal metodo camorristico, intestazione fittizia di beni, usura, riciclaggio e violenza privata. Predisposto il sequestro preventivo di 1.177 immobili oltre che quello di 211 veicoli, 69 società e 400 rapporti bancari, per un valore complessivo di 700 milioni di euro. Il settore, sottolinea una nota del procuratore facente funzioni Nunzio Fragliasso, attivo in primis nel settore deli investimenti immobiliari e nelle truffe alle assicurazioni. Dell'organizzazione faceva parte Passarelli, che spesso mascherava questi proventi come 'conferimento conto soci in societa' di cui, formalmente, non faceva parte'. Il tutto avveniva, da anni, con l'aiuto di "colletti bianchi", cioè di funzionari di banca e commercialisti che avevano contribuito all'espansione dell'organizzazione criminale.

Correlati:

Commenti


Altre notizie