Sarri e il calciomercato del Napoli: "Ounas? Non lo conosco"

Napoli Sarri

Il ventenne, che si è già unito ai suoi nuovi compagni di squadra nel ritiro di Dimaro, è alto circa 1,72m, è piuttosto rapido ed è agile nei dribbling e negli ultimi due anni ha giocato 49 partite con la maglia del Bordeaux mettendo a segno 8 goal; mancino naturale, preferisce partire dalla destra per accentrarsi e tirare col il piede forte. Ha dei momenti in cui può svalvolare, ma se lo senti al telefono il giorno dopo è tornato la persona calma di prima. "Il compromesso è saper contenere i momenti in cui va per la sua strada, ma in altri club c'è di più da ingoiare". "Anche io ho sbagliato qualcosa, ma grossi rimorsi no". Queste le sue parole, riportate dalla Gazzetta dello Sport: "De Laurentiis è molto liberale, non mi ha mai vietato di andare in tuta e non si impone su niente". Lo scorso anno? C'è un pizzico di rammarico per aver sbagliato qualcosa, nella consapevolezza che facendo tante scelte tutti i giorni qualcosa si sbaglia.

Quello che è certo è che il Napoli ripartirà da lui e dalla squadra della scorsa stagione con pochi ma significativi puntelli. Cambiare per avere un potenziale offensivo superiore sarebbe stupido visto che siamo stati la squadra italiana più prolifica. Spero di fare più di 50 partite e non vedo un problema.

Giù da una torre: Rizzoli, Higuain o De Laurentiis? "Semmai possiamo migliorare con qualche gol subito in meno". "Quest'anno possiamo fare grandi cose se resteremo tutti uniti".

"La VAR è ancora da valutare e chiarire, dai primi esperimenti non mi sembra che abbia portato miglioramenti di altissimo livello".

Maurizio Sarri non è convinto della Var e soprattutto vuole maggiore trasparenza su chi saranno i tecnici che avranno appunto il compito di giudicare e prendere delle decisioni chiave al fine del risultato: "Dovranno essere dichiarati - ha proseguito l'ex allenatore dell'Empoli - i nomi di quelli che staranno davanti alla tv perchè voglio sapere i nomi di quelli che giudicheranno le nostre sorti". Sulla VAR c'è tanto ancora da capire, intanto ritengo opportuno che vengano resi noti i nomi degli arbitri allo schermo, altrimenti diventa tutto oscuro e non va bene. "Se qualcuno ci dà un rigore a favore o contro, voglio sapere il nome di chi lo ha fatto".

Punta potente o continuare con i 3 piccoli anche contro squadre che si chiudono molto? Dopo quattro giorni comincia il campionato, ma in Europa si rischia di incontrare squadra più avanti con la preparazione. Ma credo che chiunque giochi centravanti è destinato a segnare tanti gol, perché il gioco di Sarri esalta la fase offensiva.

Correlati:

Commenti


Altre notizie