Palma di Montechiaro, precipita con parapendio nell'agrigentino, muore in ospedale

Sanfilippo Parapendio

L'uomo, sabato sera, si era lanciato da Torre San Nicola e non vedendolo rientrare all'imbrunire, familiari ed amici hanno lanciato l'allarme.

Le ricerche, che hanno visto impegnate le motovedette CP819, CP765 appartenenti a questo Comando, si sono, in una prima fase, concentrate nella zona di mare antistante il porto di Porto Empedocle in cui era stata agganciata la cella telefonica del cellullare del malcapitato.

Sul posto sono giunti i sanitari del 118, i quali hanno immediatamente trasportato l'imprenditore al pronto soccorso del San Giovanni di Dio di Agrigento: purtroppo però, non c'è stato nulla da fare ed i medici non hanno potuto fare altro che constare il decesso.

Per i carabinieri della stazione di Palma di Montechiaro, coordinati dal capitano Marco Currao della compagnia di Licata, la dinamica della tragedia verificatasi sabato, è chiara: è stato un incidente con il paracadute da parapendio. La salma dell'imprenditore, padre di due bambini piccoli, è stata dissequestrata ieri. I militari della Guardia costiera hanno fatto lo stesso, con le motovedette e perfino con un elicottero. Sembra verosimile, secondo i carabinieri, che una folata improvvisa possa aver fatto perdere alla vittima il controllo del paracadute del parapendio.

Correlati:

Commenti