Texas. Figli in auto per punirli, muoiono

Stati Uniti texas Sicilia Mondo

Le punizioni possono aiutare i bambini a comprendere qualcosa, a imparare una lezione, ma devono essere ponderate e assolutamente non pericolose per i piccoli. La donna protagonista della vicenda è una 24enne, Cynthia Marie Randolph, che è stata arrestata con l'accusa di grave lesioni. Entrambi sono morti nell'abitacolo a causa delle elevate temperature.

Ha voluto punire i figli, chiudendoli in auto ma il gesto le costerà molti anni di carcere. La mamma aveva trovato Juliet e il fratellino Cavanaugh giocare in auto poco dopo mezzogiorno. Allo sceriffo, la donna si è giustificata asserendo: "Pensavo che sarebbe uscita da sola e avrebbe tirato fuori il fratello, a un certo punto". Con lei, era rimasto chiuso nel veicolo anche il fratellino di 16 mesi, che ha pagato le conseguenze del gesto sconsiderato da parte della madre, che non si è resa conto del pericolo in cui versavano i due bambini più piccoli, chiusi nel veicolo, sotto un caldo torrido. Ha così inscenato un incidente. L'intervento di un'ambulanza non ha potuto far tornare in vista i due piccoli ed i sanitari non hanno potuto far altro che confermare il loro decesso.

Cynthia ha infatti confessato di aver chiuso nell'auto la figlia Julie Ramirez per "darle una lezione", dato che si era rifiutata di uscire dalla vettura. È una storia raccapricciante questa che arriva direttamente dalla zona di Lake Weatherford in Texas, Stati Uniti. La temperatura esterna era di oltre trentacinque gradi: i bimbi sarebbero quindi morti in pochissimo tempo, in quanto dentro l'auto la temperatura sale velocemente. Ma, dopo una serie di indagini, le forze dell'ordine hanno scoperto solo nelle scorse ore che la verità era un'altra.

Correlati:

Commenti


Altre notizie