Chiude figli in auto per punizione: uccisi dal caldo

Crinari

All'arrivo dello sceriffo è stata costretta a confessare di aver trovato i suoi due figli a giocare in auto. Le autorità di Parker County, in Texas, hanno tuttavia fatto notare come Randolph abbia più volte modificato la sua ricostruzione dei fatti in diverse interviste da lei stessa rilasciate. Così, entrambi i bambini sono morti nell'abitacolo a causa di soffocamento dal caldo. La donna è stata chiaramente arrestata. La tragedia è avvenuta nei pressi di Lake Weatherford, Texas. Ed allora la 24enne ha pensato bene di rinchiuderla all'interno, insieme al fratellino minore. I piccoli sono morti soffocati. Al risveglio, i bambini erano ancora nel veicolo, ormai deceduti per il caldo eccessivo, e la donna ha quindi rotto un finestrino per dare l'impressione che si fosse trattato di un incidente e ha poi chiamato la polizia, arrivata poco dopo le quattro del pomeriggio. L'intento della giovane madre era quello di "punire" la bimba poiché si rifiutava di scendere dalla vettura.

Cynthia Marie Randolph, ha ammesso di avere chiuso la portiera dell'auto per dare una "lezione" a sua figlia Juliet di due anni. Aveva mentito. La verità è venuta a galla successivamente. Poi sarebbe rientrata in casa e avrebbe fumato marijuana, addormentandosi per 2-3 ore. L'accaduto si è verificato lo scorso 26 maggio, quando la donna aveva raccontato di aver tentato di salvare i suoi due figli che si erano chiusi dentro l'auto, bloccandola dall'interno. L'intervento di un'ambulanza non ha potuto far tornare in vista i due piccoli ed i sanitari non hanno potuto far altro che confermare il loro decesso.

Correlati:

Commenti