Brexit, Juncker: "Proposte della May per cittadini Ue sono insufficienti"

I leader europei, riuniti per discutere di alcune delle più importanti questioni politiche ed economiche del Vecchio continente, hanno avuto l'occasione di confrontarsi con la premier Theresa May per la prima volta dalla batosta elettorale dei Tory e solo pochi giorni dopo l'avvio ufficiale del negoziato a Bruxelles.

Ha rincarato la dose il sindaco di Londra, il laburista Sadiq Khan, secondo cui la proposta avrebbe una serie di lacune e non arriva a garantire in pieno i diritti di tutti gli immigrati Ue. "Voglio dare certezze a questi cittadini sul loro futuro, ma voglio anche che siano date certezze ai cittadini del Regno Unito che vivono nell'Ue".

Le proposte non convincono appieno il fronte Ue. "Il Regno Unito lascerà l'Ue ma non l'Europa", ha ribadito, aggiungendo che il suo Paese vuole "una partnership profonda e speciale" con l'Unione europea. Chi è in Gran Bretagna da almeno cinque anni potrà regolarizzare la propria posizione e anche chi non ha compiuto il quinquennio potrà rimanere e chiedere regolare diritto di residenza al quinto anno.

Critiche dai laburisti: L'offerta di Theresa May a Bruxelles nei negoziati sulla Brexit ha raccolto molte critiche in Gran Bretagna.

Milano. La campagna elettorale tedesca ha il passo lungo, sembra iniziata da mesi, sembra avviarsi su una strada quasi certa - la cancelliera Angela Merkel, che si candida per il quarto mandato, ha dai 10 ai 15 punti percentuali di vantaggio rispetto al candidato socialdemocratico Martin Schulz - e poi si sa che di certo non c'è nulla, e tutto anzi si complica quando meno te l'aspetti. Il cancelliere austriaco Christian Kern ha detto da parte sua che il piano di May "è una prima buona proposta che io apprezzo ma è chiaro che serve un lavoro più approfondito".

Correlati:

Commenti


Altre notizie