Banksy potrebbe essere Del Naja dei Massive Attack

Goldie rivela l'identità di Banksy: è Robert del Naja dei Massive Attack?

Questa mattina il web è stato sconvolto da una notizia: sarebbe stata rivelata la vera identità di Bansky, lo street artist che da anni colora i muri del mondo con le sue opere che non sono semplici murales, ma vere e proprie denunce politiche e sociali. E poi, anche lo stesso Del Naja, pur avendo negato in passato di essere lui lo street artist ha sempre ammesso di conoscere la sua identità: per forza, dirà qualcuno, è lui! Si parla di arte, si parla di Banksy, il leggendario street artist inglese dall'identità segreta. Il produttore, accortosi della gaffe, ha tentato di cambiare argomento e di rimediare, ma in tutti si sono accorti che, parlando di Banksy, aveva fatto un nome ben preciso, quello di Robert. "Senza mancare di rispetto a Robert -, dice - credo sia un grande artista". Goldie, famoso produttore di drum and bass, icona dell'elettronica britannica, era ospite di un programma radiofonico quando l'argomento si è spostato sulla mercificazione dell'arte di Banksy e lì è scappata la gaffe. "Penso che abbia cambiato completamente il mondo dell'arte".

ROBERT CHI? - Si, ma Robert chi?

Goldie: "Dammi un graffito, mettillou una t-shirt, scrivici 'Banksy' e siamo a posto". Tra l'altro, per chi non lo sapesse, prima di divenire il cantante dei Massive Attack, Del Naja era già noto per i suoi graffiti. Secondo uno studio condotto dal Mail on Sunday nel 2008, tuttavia, l'elusivo artista britannico sarebbe Robin Gunningham, già studente della Bristol Cathedral Choir School; i risultati di quest'inchiesta sono stati confermati dagli studiosi della Queen Mary University di Londra che, servendosi del cosiddetto "profilo geografico criminale", mutuato dalle tecnologie usate dalla polizia per ricercare i criminali, anche hanno fatto corrispondere l'identità di Banksy a Gunningham.

Correlati:

Commenti


Altre notizie