Maturità, "Nuove tecnologie e lavoro" la traccia più scelta

PER INGRANDIRE

Idillio e minaccia nei confronti della natura per il saggio breve in ambito artistico-letterario.

Giorgio Caproni è l'autore scelto per l'analisi del testo. Mi sarei aspettato qualcosa più legato agli anniversari di Falcone e Borsellino, Caporetto, la rivoluzione russa di febbraio e di ottobre, mentre ho trovato due domande piuttosto generiche sia nel tema che nel saggio. Una prova di certo impegnativa, che lascerà infine posto al temutissimo "quizzone" prima dell'orale: la prova che più di ogni altra è stata temuta da innumerevoli generazioni di studenti che si sono susseguiti nella discussione finale prima dell'ambita maturità. Nel "toto tema" infatti i più quotati erano Pirandello e Dario Fo, ma si puntava anche su una riflessione sul sacrificio dei giudici Falcone e Borsellino a 25 anni dalle stragi. 505.686 i candidati iscritti all'esame (489.168 interni e 16.518 esterni).

L'invio delle tracce delle prove scritte avviene attraverso il plico telematico: 'buste' criptate recapitate per via informatica alle scuole. Per la loro apertura e' necessaria una password, che verrà resa nota soltanto stamani. Sei le ore a disposizione per lo svolgimento. Lo hanno scelto, svolgendolo sotto forma di saggio breve/articolo di giornale, quasi 4 studenti su dieci: il 38,9 per cento. In Piazza Caproni, centro storico della città, c'è poco da perlustrare e forse sarebbe meglio neppure scrutare.

Sono la Storia e l'attualità a subire un durissimo colpo in questa maturità. Ho scelto la traccia sul boom economico italiano. In tutto uno striminzito 7,1 per cento. Tema storico: 'Il miracolo economico italiano', citazioni da Piero Bevilacqua da 'Lezioni sull'Italia repubblicana' e da Paul Ginsborg da 'Storia d'Italia dal dopoguerra a oggi'.

La seconda scelta, col 17,3 per cento di gradimento, è stato quindi il tema classico di ordine generale sul "Progresso".

Correlati:

Commenti


Altre notizie