Sassari. Domani in Piazza Santa Caterina la giornata mondiale del rifugiato

IMPERIA. GIORNATA MONDIALE DEL RIFUGIATO. MARTEDÌ 20 GIUGNO AL CREMLINO DI PIAZZA DANTE LA MOSTRA “COLORI IN CAMMINO”/IL PROGRAMMA

In occasione del 20 giugno, l'organizzazione per i diritti umani continuerà a chiedere alla comunità internazionale di intraprendere azioni concrete per sostenere la protezione dei rifugiati, attivare canali sicuri per richiedenti asilo e rifugiati e opportunità di mobilità per i migranti e creare un'alternativa alle pericolose traversate irregolari - riaffermando nel frattempo la necessità di garantire risorse e capacità adeguate per le attività di ricerca e soccorso in mare.

L'Ufficio Migrantes, organismo pastorale dell'Arcidiocesi di Messina Lipari S. Lucia del Mela, ha organizzato una raccolta firme a favore della Campagna nazionale "Ero straniero, l'umanità che fa bene". Anche Varese aderisce attraverso le associazioni che si occupano sul territorio della gestione delle migliaia di richiedenti asilo ospitati nelle strutture della provincia. Circa 200 persone, con servizi di informazione e orientamento sono inserite nel progetto locale.

La crisi dei rifugiati oggi riguarda la vita e il destino di oltre 21 milioni di persone nel mondo.

Prendersi cura della propria famiglia, avere un lavoro, andare a scuola e avere un posto che si possa chiamare "casa": sogni e speranze che girano nella mente di chi è stato costretto a lasciare il proprio paese per cercare un nuovo inizio altrove. Quello che cambia sono i motivi che spingono a tale spostamento.

La Giornata Mondiale del Rifugiato è un momento per non dimenticare che dietro ogni sfollato c'è una storia che merita di essere ascoltata. Dobbiamo avere un sistema di solidarietà a livello europeo e a livello mondiale. Non c'è storia senza storie, campagna di sensibilizzazione a sostegno di richiedenti asilo e rifugiati e del progetto #FamiglieConcrete. "Dobbiamo fare di più per queste persone". La serata si concluderà con una cena alla parrocchia San Giovanni Battista in Trenno, per cui alcuni ospiti dei Centri Giorgi/Gorlini prepareranno dei piatti etnici, per una vera e propria festa di quartiere. Lasciando da parte la situazione dei palestinesi rifugiati di lunga data, colombiani (7,7 milioni) e afghani (4,7 milioni) rappresentano anche quest'anno, rispettivamente, la seconda e la terza popolazione di rifugiati più vasta, seguiti da iracheni (4,2 milioni) e sud sudanesi (il cui numero ha raggiunto i 3,3 milioni alla fine dell'anno, seguendo un tasso di incremento maggiore rispetto a qualsiasi altra popolazione del mondo).

Tra i vari eventi organizzati su tutto il territorio italiano nell'ambito della Giornata Mondiale del Rifugiato sono da segnalare in particolare la Champions With Refugees, Refugee Food Festival e Porte Aperte With Refugees.

Secondo l'Unhcr è necessario creare un "global compact" come approccio al problema dei rifugiati: una visione più ampia con un dialogo tra i Paesi di origine, di transito e di accoglienza di chi scappa.

Correlati:

Commenti


Altre notizie